IMPORTANTE:
I pazienti sottoposti a quarantena per COVID -19 dal proprio medico di famiglia o da altra autorità sanitaria di emergenza NON devono eseguire il test e rimanere al proprio domicilio, seguendo le indicazioni ricevute.

Il test non necessita di prescrizione medica e non è in convezione con il SSN
Rlab consiglia comunque di eseguire il test, se possibile, con prescrizione medica 


PER POTER PROCEDERE ALLA PRENOTAZIONE E’ NECESSARIO PRENDERE VISIONE
DELLA SEGUENTE INFORMATIVA UTENTE

INFORMATIVA PER L'UTENTE

Emergenza COVID-19: ricerca anticorpi (IgM/IgG anti SARS-CoV-2).
Test per la rilevazione anticorpi per SARS CoV-2 su siero da sangue mediante normale prelievo venoso.
 
Informazioni preliminari:
I test sierologici permettono di misurare la presenza degli anticorpi prodotti dal sistema immunitario in risposta alle infezioni di ogni virus. Gli anticorpi, prodotti dai linfociti B, sono rappresentati, principalmente, da: immunoglobuline M (IgM) e immunoglobuline G (IgG). Le diverse classi di immunoglobuline sono prodotte in tempi diversi ma, nel caso di infezione da SARS CoV-2, non vi sono ancora certezze sull’intervallo temporale né sulla sequenza della loro comparsa.
Si tratta di test indiretti, che mettono in evidenza la risposta del sistema immunitario all’infezione, e non rilevano direttamente la presenza del virus nell’ospite; in altre parole, il rilevamento di anticorpi specifici non è indicativo di un'infezione in atto.
La rilevazione degli anticorpi non permette di stabilire se il virus, in particolare il SARS CoV-2 è ancora in fase di crescita (replicativa), quindi un risultato negativo non esclude la possibilità di un’infezione in atto in fase precoce ed il relativo rischio di contagiosità dell’individuo. Per ragioni di possibile cross-reattività con altri patogeni affini come altri coronavirus umani, il rilevamento degli anticorpi potrebbe non essere specifico della infezione da SARS-CoV2, il che significa che i tests sierologici potrebbero rilevare anticorpi precedentemente generati contro virus della stessa famiglia, generando “falsi positivi”.
 
Qualunque sia il risultato, gli utenti DEVONO SEMPRE continuare a seguire le misure di contenimento previste dalla legge.

QUANDO FARE IL TEST

Prendere visione della “INFORMATIVA PER L’UTENTE
E’ sempre possibile eseguire il test tranne :
1) se si è in regime di quarantena preventiva o legata alla presenza di tampone positivo e malattia in atto;
2) se si hanno sintomi così come indicati del ministero della Salute, ad esempio febbre, sindrome influenzale, malessere diffuso, tosse secca e affanno, perdita temporanea della percezione di odori e sapori; in questo secondo caso è necessario contattare immediatamente le autorità sanitarie competenti (medico di famiglia; numeri di emergenza 112 e/o 1500 per la valutazione del caso ed adeguate azioni conseguenti come il tampone.

COME PRENOTARE IL TEST

  • se non si rientra nel punto 1 e/o 2 sopra elencati è possibile recarsi direttamente al laboratorio, dal lunedì al sabato, dalle 7:15 alle 10:45.
  • prenotazione telefonica: ai seguenti numeri: 06/99.33.61.22 - 391/11.06.661
  • prenotazione on line: CLICCA QUI
Tale prelievo è eseguibile anche presso il domicilio del paziente, previo appuntamento telefonico.

A COSA SERVE QUESTO TEST SIEROLOGICO

Il test serve per capire se hai avuto o se hai in atto una infezione da SARS-COV-2.
Tale infezione infatti potrebbe essersi presentata senza alcun sintomo o con sintomi lievi a cui potresti non aver dato importanza.

COSA PUO’ DIRE IL TEST

Il test può scoprire se sei venuto in contatto con il virus sars-cov-2 mediante la misurazione degli anticorpi IgM e IgG nel sangue.
le immunoglobuline IgM sono anticorpi che compaiono per primi nel sangue dei pazienti dopo l’esposizione al virus, di norma entro 10 giorni, e tendono a scomparire dopo circa 15-20 giorni. quindi la loro presenza indica un’infezione recente.
le immunoglobuline IgG iniziano a formarsi dopo circa 15 giorni dal primo contagio e, allo stato attuale delle conoscenze scientifiche, dovrebbero rimanere nel sangue per tutta la vita, essendo quindi il segnale di un’infezione pregressa.

QUALI TIPI DI TEST SIEROLOGICI ESISTONO

Esistono 2 tipi di test sierologico: QUALITATIVO” e “QUANTITATIVO”:

- Il “qualitativo”,  fornisce un risultato sulla presenza o assenza degli anticorpi Igm e IgG; è più economico per il paziente per  un primo screening e comunque utile per poter intraprendere le azioni corrette in caso di positività.

- Il test “quantitativo”, (metodo ELISA) economicamente più oneroso, ha il vantaggio di misurare anch’esso la presenza o meno degli anticorpi ma anche la loro quantità con una specificità del 95% ed in più permettere di individuare e dosare un terzo tipo di anticorpo, le IgA, molto utile in quanto è il primo anticorpo a comparire nel sangue dopo il contagio e permette quindi una diagnosi di positività più precoce .

Rlab esegue ambedue le tipologie di test sierologico in base alle esigenze del paziente e alla eventuale richiesta del medico curante.

QUANDO E COME SI EFFETTUA IL TEST

Il prelievo verrà eseguito esclusivamente nei seguenti orari: dal lunedì al venerdì: 07,15 – 10,45
Il test verrà eseguito da personale specializzato mediante prelievo ematico venoso, non differente da altri prelievi standard. La struttura e il personale del laboratorio sono dotati di strumenti idonei nel rispetto della normativa ministeriale regionale vigente in materia di emergenza Covid-19.
Il test sarà elaborato in collaborazione con il service Synlab, il più grandi network europeo nel settore delle analisi di laboratorio.
Il paziente al momento della prenotazione telefonica sarà sottoposto a pre-triage telefonico per stabilire la possibilità di recarsi presso la nostra struttura; il paziente che prenota on line sarà richiamato dalla struttura per effettuare il pre-triage telefonico.

COME PREPARARSI ALLA EFFETTUAZIONE DEL TEST

Il paziente dovrà presentarsi all’appuntamento provvisto di mascherina chirurgica o con grado di protezione superiore, la struttura provvederà a fornire al paziente guanti monouso e copri scarpe.
Il digiuno è consigliato, ma non obbligatorio.
Il paziente il giorno dell’esame dovrà prendere visione e firmare il consenso informato.
I risultati del test dovranno essere preferibilmente scaricati on line dal paziente che sarà adeguatamente istruito dal personale al momento dell’esame; la procedura è molto semplice e alla portata di tutti.

QUANDO SARA’ PRONTO IL RISULTATO DEL TEST

I risultati saranno disponibili entro 24 ore dal prelievo; il siero sarà conservato per 48 ore in caso di necessità di ripetizione dell’esame, senza necessità di ulteriore prelievo.

COME INTERPRETARE IL RISULTATO DEL TEST

N.B. L’interpretazione dei risultati, a discrezione del paziente, potrà essere effettuata dal medico curante o dal medico specialista
La tabella sottostante è utile solo come primo orientamento per il paziente; rimane necessario per una adeguata comprensione sottoporre il risultato del test al medico curante o al medico specialista.
 

QUANDO RIPETERE IL TEST

Se le IgM e le IgG nel referto sono indicate “negative” è utile ripetere il test almeno 7 giorni dopo il primo prelievo, poiché, in caso di infezione in corso, è altamente probabile che gli anticorpi IgM o IgG diventino positivi alla fine di un eventuale periodo di incubazione
Attenzione: nel caso in cui fossi nel periodo di incubazione sei contagioso: torna a casa e isolati in quarantena ed avverti immediatamente il medico curante e/o chiama i numeri di emergenza in caso di sintomi acuti.
R.Lab consiglia di eseguire questo test con prescrizione del medico curante anche perché necessita di una interpretazione.
 

ALTRI TEST PER COVID-19